L’apprendistato non è un rapporto di lavoro a tempo determinato!

L’apprendistato non è un rapporto di lavoro a tempo determinato!

Mi capita spesso di vedere imprenditori che hanno una concezione errata in merito al contratto di apprendistato professionalizzante.

Lo credono un normale rapporto di lavoro a tempo determinato, con  il quale alla fine del periodo formativo dell’apprendista, pensano che lo stesso decada in maniera automatica.

Non è così!  Vediamo perché.

Al termine del periodo di formazione il datore di lavoro e l’apprendista sono liberi di recedere dal contratto, come previsto dall’articolo 2.118 del codice civile.

La cessazione del contratto avviene con preavviso, come accade per un qualsiasi ordinario rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. Il periodo dal quale si cominciano a contare i giorni di preavviso decorre, dall’ultimo giorno di formazione previsto e non prima. Quindi, ad esempio, se è stato previsto che la formazione finisca il 20 luglio 2019, i giorni da calcolare come preavviso lavorato decorreranno da tale data.

Durante i giorni di preavviso lavorato, continua ad applicarsi la disciplina che regola i contratti di apprendistato e non quella che regola i rapporti di lavoro subordinato in relazione a lavoratori qualificati. Alla fine del periodo di preavviso avremo la cessazione del rapporto di lavoro, da comunicare al centro per l’impiego con apposita comunicazione.

Oltre a dircelo chiaramente l’articolo 41 comma 1 del  D.Lgs 81/2015 , il fatto che il contratto di apprendistato non sia un rapporto di lavoro a tempo determinato è sottolineato anche dal fatto che se nessuna delle parti recede alla fine del periodo di formazione, questo continua senza interruzione trasformandosi automaticamente in un rapporto di lavoro subordinato ordinario che prosegue con un lavoratore qualificato non più apprendista.

Il priodo formativo può ritenersi correttamente concluso solo se:

  • la durata del periodo previsto dal contratto collettivo di riferimento è stata rispettata
  • sono state portate a termine tutte le attività formative che prevedeva il piano formativo individuale dell’apprendista
  • la formazione fatta sia stata registrata su un registro dal datore di lavoro ( in attesa della istituzione del fascicolo elettronico)

CdL Roberto Rossi

 

Share This