Come si determina la percentuale di part time?

da | Giu 21, 2018 | Dipendenti, Diritto del lavoro | 25 commenti

Vuoi sapere come calcolare la percentuale di part time di un rapporto di lavoro e su quale istituto incide?

In questo post la spiegazione!

Quando un lavoratore subordinato viene assunto a tempo ridotto, cosa significa?

Ridotto rispetto a cosa?

Assumere un lavoratore part time significa che lo stesso lavorerà per un numero di ore ridotto rispetto ad un full time.

L’orario di lavoro a tempo pieno è stabilito in 40 ore settimanali (art.3 del D.Lgs 66/2003) o al minor orario di lavoro previsto dalla contrattazione collettiva, la quale ha facoltà di :

  • Stabilire, come orario normale, un orario inferiore alle 40 ore settimanali
  • riferire l’orario normale di lavoro alla durata media delle prestazioni lavorative in un periodo non superiore all’anno (regime multiperiodale)

Sei stato assunto part time al 70 % ma non sai come calcolare la tua retribuzione mensile e non sai che impatto ha questa percentuale sugli altri istituti contrattuali?

Continua a leggere e scoprilo!

La retribuzione che percepirai la puoi ricavare prendendo il CCNL di riferimento con il quale sei stato assunto, individuando il livello assegnatoti nella tabella delle retribuzioni (in questa tabella trovi la retribuzione mensile lorda per un lavoratore a tempo pieno).

Dopodichè verifica se il CCNL prevede che l’orario di lavoro ordinario settimanale per i full time è pari a 40 ore settimanali (ad esempio il contratto collettivo nazionale del lavoro del terziario e servizi prevede proprio 40 ore settimanali, come orario ordinario di lavoro per i lavoratori a tempo pieno).

Ti viene detto che sei assunto part time 70 %?

Quante ore di lavoro settimanale dovrai fare?

Fai questa semplice operazione:

40 (ore settimanali full time) x70 /100 = 28 ore settimanali (orario di lavoro a te assegnato).

La declinazione delle 28 ore settimanali deve essere riportata sulla lettera di assunzione.

Questa percentuale di part time influisce come ti accennavo sopra, anche sulla retribuzione e se per esempio sei stato assunto al 4 livello del CCNL del terziario e lo stesso, alla tabella delle retribuzioni, prevede una retribuzione pari a 1.617 € lorde mensili per un full time, non dovrai far altro che riproporzionare tale importo al 70% (la tua percentuale di part time di riferimento)

1.617€ x 70 % = 1.131,90 € lorde mensili.

Questa sarà la tua retribuzione lorda mensile per un lavoro orario settimanale pari a 28 ore.

La percentuale di part time influisce sui permessi, sulle ferie (a seconda della tipologia di part time che sei chiamato a svolgere), sulla maturazione del TFR.

Magari lo vediamo in un altro post!

 

CdL Roberto Rossi

 

 

 

25 Commenti

  1. Architetto Gianni Anselmo

    Buongiorno Dott. Rossi,
    Vorrei approfittare della sua esperienza per chiederle quanto segue:
    Sono un Architetto Impiegato del Dipartimento di Protezione Civile della Regione Sicilia con contratto a tempo indeterminato, ma inquadrato con la qualifica di B2 (collaboratore, percependo uno stipendio di €.1275 compreso i €80 di Renzi.
    Volendo intraprendere la libera professione fuori dalla mia amministrazione, vorrei capire per il part-time, in che percentuale ci si deve trovare per poter esercitare e poi di quanto verrebbe decurtato lo stipendio.
    Ringraziandola anticipatamente , porgo cordiali saluti
    Arch. Gianni Anselmo

    Rispondi
    • Rossi Roberto

      Buongiorno Gianni
      Per sapere se può esercitare la libera professione essendo impiegato presso la Protezione civile della Regione Sicilia, deve verificare cosa dice il regolamento dell’ente datore di lavoro. In alcune situazioni, ai dipendenti di strutture della pubblica amministrazione è inibito esercitare la libera professione. Una volta verificato che ciò sia possibile le basterà calcolare la percentuale di riduzione di orario lavoro per calcolare proporzionalmente, la riduzione dello stipendio.
      Cordiali saluti

      Rispondi
  2. Carmelita Cuozzo

    Buongiorno
    ho due dipendenti part time 12 ore settimanali.Quindi due buste paga identiche.Da poco ho notato pero’ una differerenza soltanto nel PT%.In una al 28,75% l’altra al 25%.Verificando le precedenti buste paga della dipendente ho potuto rilevare che questa variazione e’ avvenuta da un paio d’anni.Dalla sua assunzione infatti, il PT% e’ stato sempre 28,75%. Cio’ pero’ non ha mai comportato in pratica nessuna variazione soprattutto e per fortuna sull’importo dello stipendio e quant’altro.
    Che puo’ essere accaduto? Un errore del sistema o un errore “umano”?
    La ringrazio anticipatamente della sua cortesia

    Rispondi
    • Rossi Roberto

      Buonasera Carmelita, nella richiesta non ricevo informazioni sul settore al quale appartiene la ditta e al contratto collettivo che applichi in azienda e non mi indichi che tipo di part time se orizzontale ( qualche ora di lavoro spalmata su tutti i giorni lavorativi della settimana) oppure se un part time verticale ( lavoro svolto solo in alcuni giorni della settimana o del mese). Mi puoi dare più riferimenti?

      Rispondi
  3. Marinella Pavone

    Buongiorno sono stata assunta con un contratto a tempo determinato part time orizzontale, orario di lavoro settimanale fissato in 30 ore distribuito su 5 giorni. È possibile sapere a quanto ammonta lo stipendio mensile?

    Rispondi
    • Rossi Roberto

      Buongiorno Chiasa
      Per risponderti ho bisogno di sapere il contratto collettivo applicato nell’azienda presso la quale sei stata assunta
      Saluti

      Rispondi
  4. michele

    buongiorno,
    io sono impiegato 3 livello studi professionali..part time 20 ore settimanali 1000€, piu 80€ bonus renzi, totale 1080€ netti..se dovessi fare full time 40 ore quanto andrei a prendere di netto?

    Rispondi
    • Rossi Roberto

      Buonasera Michele
      Supponendo che tu non sia stato assunto come apprendista ma come impiegato 3 livello CCNL studi professionali, la tua retribuzione lorda mensile nel caso diventassi un full-time (40 ore settimanali di lavoro è l’orario pieno previsto dal CCNL in oggetto) è prevista per un’importo pari a 1.511,37. Per il netto, non potendo tenere in considerazione eventuali familiari a carico ne ipotetici assegni al nucleo familiare e non conteggiando le addizionali comunali e regionali, ti posso dire che ammonterebbe a circa 1.248 € compreso il bonus “Renzi”.
      Cordiali saluti

      Rispondi
  5. Petran Emilia Carmen

    Buongiorno a tutti,
    ho firmato un contratto CCNL per il settore Studi professionali Consilp – lavoro subordinato a tempo determinato – come collaboratore di studio
    Inquadramento livello 4 – operai (6G)
    Orario di lavoro 25,5 ore settimanali
    Paga base -1413,11
    Non sono riuscita a capire la paga oraria
    La mia domanda:
    Lo stipendio si riferisce a un full time? perche mi dice che “1413,11 ridotto in proporzione al suo orario di lavoro”
    Grazie

    Rispondi
    • Rossi Roberto

      Buonasera Carmen
      per individuare la paga oraria dovrai utilizzare il coefficiente orario del CCNL in questione e cioè, 170. Una tua ora di lavoro quindi è pari al risultato dell’operazione 1.413,11 / 170. Si, la retribuzione corrisponde ad un full time (40 ore settimanali di lavoro in questo caso), ma l’orario di lavoro no. Da quello che vedo, l’orario di lavoro è pari a 25,5 ore settimanali e quindi l’assunzione è stata fatta per un part time al 63,75 %, di conseguenza la retribuzione lorda mensile, in assenza di eventi particolari, sarà pari a 900,85 €.
      Cordiali saluti

      Rispondi
    • Pippo

      Buonasera,sono assunto con un contratto part time di tipo verticale a tempo indeterminato al 75%,settore ristorazione livello 3 ,rispetto a un contratto a tempo determinato full time 9 mesi quanto ci vado a perdere in termini di tfr,ferie,GG di riposo e sopratutto con i contributi INPS?

      Rispondi
      • Rossi Roberto

        Buongiorno Petran
        Il confronto va fatto su periodi omogenei perché se vuoi fare il confronto tra tempo determinato e tempo indeterminato la convenienza tra i due sta nel fatto che quello a tempo indeterminato, non ha scadenza e alla lunga è conveniente sotto il profilo economico!
        Se invece vuoi mettere a confronto le differenze calcolate su un periodo pari a 9 mesi, è chiaro che tra i due contratti il full-time conviene sotto il profilo economico,della maturazione delle ferie, del TFR e dei rate di 13° e 14°. La differenza sta proprio nella percentuale di part time che in questo caso ti fa maturare tutto al 75% di quello che percepisce un full-time.

        Rispondi
  6. Katia Franchetto

    Buongiorno sono stata assunta come sesto livello part time 30 ore contratto commercio e turismo…vorrei sapere a quanto ammonterà la mia busta paga

    Rispondi
    • Rossi Roberto

      Buongiorno Anna
      Il contratto del Commerco/Terziario e quello del Turismo sono due CCNL diversi. Comunque le posso dire che se il CCNL utilizzato per assumerla è quello del Terziario/commercio la sua retribuzione lorda mensile sarà più o meno pari a 1.055 € per 14 mensilità. Se il ccnl utilizzato per assumerla è quello del turismo la sua retribuzione lorda mensile sarà pari a 975 € lorde mensili per 14 mensilità.
      Cordiali saluti

      Rispondi
      • veronica longobucco

        Perdoni il disturbo vorrei chiederle: ho un part time 50% impiegata 4° livello commercio + 80 € renzi+ass familiari x 2 figli minori (tab. 12) di circa 200 €/mese, percepisco 14 mensilità in pratica un netto mesile di circa 1000 € , se passassi a full time quanto sarebbe mio stipendio mensile netto?
        grazie mille

        Rispondi
        • Rossi Roberto

          Buonasera Veronica
          Se da part time diventa full time la sua retribuzione netta mensile sarà pari a 1.314 € mese x 14 mensilità compreso il “bonus Renzi”. Tenga conto che nel calcolo non ho compreso gli assegni al nucleo familiare, che varieranno in diminuzione per effetto dell’aumento del reddito, perché non conosco il totale dei redditi che entrano nel nucleo familiare ne ho tenuto conto dei figli a carico perché non mi ha indicato se sono tutti a carico suo oppure tutti a carico del coniuge o ancora, al 50 % tra i due.
          Quindi la sua retribuzione sarà 1.314 € nette mensili + assegni familiari che varieranno + la differenza (che aumenterà il netto) nella eventualità di figli a carico, secondo la percentuale di attribuzione del carico.
          Cordiali saluti

          Rispondi
  7. stefania

    salve io ho un ccnl studi professionali liv 5 vorrei passare da ft 40 ore a 30 ore ho già’ 25 anni di contributi se passo a un part time a 30 ore quanto prendo mensilmente io ho il minimo salariale del livello e sulla pensione cambia tanto quanto verso? grazie

    Rispondi
    • Rossi Roberto

      Buonasera Stefania,se passa a 30 ore settimanali il suo stipendio sarà pari a 913 € lorde mensili per 14 mensilità. Si calcoli che riducendo la massa retributiva imponibile si abbasserà il monte contributi che l’azienda dovrà versare sulla sua posizione previdenziale ed assistenziale. Diminuirà anche il prelievo del 9,19% che ogni mese le viene decurtato dallo stipendio. Di conseguenza, se il part time sarà la forma con la quale lavorerà da ora in avanti, anche l’importo della pensione che percepirà sarà riproporzionato.
      Saluti

      Rispondi
    • Valentina

      Scusami posso chiederti a quanto corrisponde il netto in busta con il contratto V livello studi professionali 40 ore?
      Grazie

      Rispondi
      • Rossi Roberto

        Buonasera Valentina
        Posso dirti che più o meno siamo a circa 1.117 € mese per 14 mensilità compreso quello che viene chiamato “Bonus Renza”.
        Ci sono però delle variabili delle quali non posso tenere conto perché non conosco la tua situazione familiare. Ad esempio se avessi figli a carico per effetto delle detrazioni per familiari a carico l’importo netto che andresti a percepire sarebbe più alto, e cosi via.
        Cordiali saluti

        Rispondi
    • manuel de oliveira

      Salve ho contratto di lavoro part-time 60% orizzontale nel settore commercio e turismo lavoro dalle ore 20.00 alle 24.00 6 giorni settimanali ho diritto a percentuale notturna ?
      Quanto? Lavoro anche alla Domenica e festivi quanto è la percentuale ?

      Grazie

      Rispondi
      • Rossi Roberto

        Buongiorno Manuel
        Il contratto è del commercio o turismo? Ho bisogno della specifica per risponderti.
        Saluti

        Rispondi
  8. stefano

    Buongiorno,
    contratto di pubblico impiego, lv B3. come si fa a calcolare il periodo di astensione sul part-time verticale all’83.33% ?
    Se calcolo 365 giorni mi viene fuori una cifra irrealistica:
    365*83.33/100=304 giorni di lavoro (59 giorni a casa??)
    L’ufficio personale non è stato di aiuto.

    Grazie

    Rispondi
  9. Alessandro

    Vorrei sapere con un contratto part time all87,5% i permessi a quanto ammontano ? Grazie

    Rispondi
    • Rossi Roberto

      Buonasera Alessandro
      Di quale CCNL parliamo?

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao! Ti va di lasciarmi la tua mail?

Ricevi in automatico i miei post!

Se vuoi, potrai essere avvisato in automatico quando pubblico un post nuovo

Grazie! La tua iscrizione è stata registrata con successo.

Share This