Seleziona una pagina

Con il lavoro a chiamata la gestione può essere flessibile!

Vediamo alcuni aspetti sul funzionamento di questo istituto.

Con il contratto a chiamata il datore di lavoro può concentrare le prestazioni del lavoratore e i relativi costi del personale, nei periodi di maggiore attività aziendale.

Campo di applicazione

 Chi può assumere con questa tipologia contrattuale? I datori di lavoro di qualsiasi settore, tranne le amministrazioni pubbliche, per gestire prestazioni di lavoro discontinue o intermittenti secondo le esigenze individuate dal contratti collettivi di lavoro.

Sono veramente pochi i contratti collettivi che ad oggi disciplinano questa forma contrattuale di lavoro e in mancanza di disciplina contrattuale, le ipotesi di utilizzo del contratto a chiamata si possono individuare in quanto disposto dal Ministero del Lavoro  e delle politiche sociali con Decreto Ministeriale del 23 ottobre 2004, il quale a sua volta fa riferimento alla tabella allegata al Regio Decreto del 1923 numero 2657 che elenca gli ambiti di lavoro nei quali sono riconosciute le prestazioni di lavoro discontinuo.

E’ importante chiarire che le attività indicate in questa tabella sono un parametro oggettivo da prendere a riferimento ma sono indicative e per esempio, alcuni paramterti dimensionali e le altre limitazioni NON vanno rispettiati.

Diverso è quanto ad oggi previsto dal D.Lgs 81/2015, che sotto il profilo soggettivo individua in maniera perentoria i soggetti con i quali è possibile stipulare il contratto di lavoro a chiamata e cioè:

  • Soggetti aventi meno di 24 anni
  • Soggetti con più di 55 anni

Questi sono soggetti individuati come quei soggetti che storicamente faticano di più a trovare un lavoro e quindi, necessitanti di maggior apertura alla possibilità di accesso a tipologie contrattuali atipiche.

Qualche paletto all’utilizzo!

Facciamo attenzione che qualche paletto all’utilizzo del lavoro a chimata esiste. Conosciamolo per non incorrere in problematiche varie…

  • Il limite delle 400 giornate di lavoro nell’arco del triennio solare (non vale per il settore del turismo/pubblici esercizi). Ebbene si, non si può chiamare a lavorare un lavoratore assunto con la tiplogia del contratto a chiamata per più di 400 giornate nell’arco di 3 anni solari. Il superamento di questo limite comporta la riconduzione del lavoratore ad un contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, con tutte le conseguenze sotto il profilo retributivo,previdenziale, assistenziale e assicurativo!
  • Non si può assumere con contratto a chiamata un lavoratore in quelle unità produttive nelle quali, nei 6 mesi precedenti si sia proceduto a licenziamenti collettivi per operai/impiegati che avevano mansioni equivalenti a quelle per le quali si intende procedere all’assunzione di lavoratori con contratto a chiamata.
  • Non si può assumere con contratto a chiamata presso unità produttive dove sono in atto sospensioni di lavoro o riduzioni di orario di lavoro in regime di CIG che si riferiscono alle medesime lavorazioni per le quali si vuole assumere con contratto intermittente
  • Non si può assumere con contratto a chiamata presso quei datori di lavoro che non abbiano effettuato la valutazione dei rischi, secondo quanto previsto dalla normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro

Il contratto di lavoro 

Il contratto di lavoro deve essere stipulato in forma scritta e al suo interno vanno inseriti alcuni elementi obbligatori ai fini della prova e sono:

  • Luogo e modalità della prestazione, mettendo in evidenza se il contratto viene stipulato con disponibilità a rspondere  alla chiamata da parte del lavoratore oppure no. Indicando anche le modalità del preavviso di chiamata  che comunique non può essere inferiore ad un giorno
  • Ipotesi oggettive e soggettive che consentono la stipula di tale contratto nonchè la durata dello stesso
  • forme e modalità con le quali il datore di lavoro può effettuare la chiamata del lavoratore, nonchè la modalità con cui lo stesso rileverà la presenza del lavoratore
  • trattamento economico e normativo spettante al lavoratore nonchè la quantificazione dell’indennità di disponibilità se prevista
  • tempi e modalità di pagamento si della retribuzione che dell’indennità didisponibilità ove prevista
  • le misure di sicurezza adottate a protezione del lavoratore calibrate sulla tipologia del lavoro che verrà espletato e secondo la normativa vigente.

Il contratto a chiamata può essere stipulato a tempo determinato o indeterminato.

E’ da tenere distinto dal rapporto di lavoro a tempo determinato puro, in quanto non si applicano le limitazioni previste all’art.19 del DL 81/2015.

Che comunicazioni fare?

Anche per l’istaurazione del contratto a chiamata ci dobbiamo avvalere della comunicazione obbligatoria UNILAV da fare entro le ore 24 del giorno antecedente l’inizio della stipula del contratto. In questo casò però è prevista una duplice comunicazione. La seconda è quella da inviare alla direzione territoriale competente tramite SMS o posta elettronica. La comunicazione deve essere fatta prima dell’inizio della singola prestazione lavorativa che si vuole comunicare oppure di un ciclo lavorativo integrato che può arrivare a 30 giorni.

La mancata comunicazione è sanzionata pesantemente.

Il trattamento economico e normativo?

Il lavoratore a chiamata non può essere penalizzato e di conseguenza non può ricevere un trattamento economico e normativo più sfavorevole di quello di un pari livello e mansione assunto con una normale formula contrattuale.

Però a parte l’eventuale indennità di disponibilità, quando non vi è prestazione lavorativa il lavoratore non matura nulla!

Il lavoratore a chiamata quindi viene retribuito solo per il lavoro svolto, il trattamento economico, normativo e previdenziale sarà riproporzionato secondo l’attività prestata.

Non è cosa da poco poter concentrare il costo del personale nei momenti in cui l’azienda ha più bisogno di forza lavoro e contenerlo quando vi è carenza di attività.  

CdL Roberto Rossi

 

Ciao! Ti va di lasciarmi la tua mail?

Ricevi in automatico i miei post!

Se vuoi puotrai essere avvisato in automatico quando pubblico un post nuovo

Leggi la Policy

Grazie! La tua iscrizione è stata registrata con successo.

Share This