Seleziona una pagina

Ora il congedo per i papà!

Con la legge di bilancio 2019 i giorni di congedo obbligatorio per i neo padri passano da 4 a 5.  Inoltre viene previsto un ulteriore giorno facoltativo che il padre può prendersi in alternativa alla mamma.

Per quanto riguarda i 5 giorni di congedo obbligatorio, fanno parte di un diritto soggettivo del padre e lo stesso ne deve godere indipendentemente dal congedo della madre.  Il congedo obbligatorio del padre può essere usufruito a giorni consecutivi  oppure frazionati ma sempre per giornate intere di lavoro. Non è prevista la fruizione a ore.

E’ importante sapere che i 5 giorni di congedo obbligatorio vanno goduti dal padre entro il quinto mese dalla nascita del figlio oppure dall’ingresso in famiglia dell’adottato o affidato.

Qual’è la procedura da seguire? Vediamola

Il neo papà deve presentare una richiesta scritta al proprio datore di lavoro indicando le date nelle quali vuole usufruire del congedo obbligatorio. La richiesta deve essere presentata almeno 15 giorni prima dell’inizio dell’usufruizione del congedo. Se ne vorrà usufruire in concomitanza della nascita del figlio la presentazione della domanda al datore di lavoro andrà fatta almeno 15 giorni prima della data presunta del parto.

Al padre che si assenta per congedo obbligatorio spetta una indennità pari al 100%  di ciò che avrebbe percepito se non si fosse assentato. L’indennità è a carico dell’INPS ma è il datore di lavoro ad anticiparla nel cedolino paga del lavoratore salvo poi conguagliarla a recupero con la denuncia mensile uniemens.

L’indennità a 100% spetta anche per il giorno di congedo facoltativo eventualmente usufruito in alternativa alla mamma.

CdL Roberto Rossi

 

 

Ciao! Ti va di lasciarmi la tua mail?

Ricevi in automatico i miei post!

Se vuoi puotrai essere avvisato in automatico quando pubblico un post nuovo

Leggi la Policy

Grazie! La tua iscrizione è stata registrata con successo.

Share This